TOUR DELLE STREGHE

Il Percorso consiste in un Tour narrato che si articola attraverso i decumani, improntato sulla narrazione di leggende e aneddoti, sulla descrizione di culti e cerimonie sotterranee, sulla narrazione delle storie dei personaggi che hanno vissuto la loro vita nel dedalo di vicoli della Napoli greco – romana.
Durata della passeggiata due ore circa.

 
   

CACCIA AL TESORO NEI VICOLI DELLA CITTA' ANTICA

Il gioco si articola nel dedalo di vicoli del centro antico, l’appuntamento è previsto per le ore 19 e la serata dovrà concludersi entro le 23,00.

E’ prevista la partecipazione di 6 squadre composte ognuna di 4 persone, si accetteranno prenotazioni anche di gruppi già formati.

Personale dell’organizzazione resterà a disposizione per tutta la durata del gioco.

 
   

VIAGGIO LUNGO LA CITTA' DEGLI SPETTRI

Si tratta di un itinerario in autobus turistico attraverso tutta la città; alla ricerca di fantasmi e presenze infestanti: dallo spettro di Ferdinando IV di Borbone, che apparirebbe in Floridiana, al bambino che piange la cui presenza è avvertita lungo i binari della stazione di Gianturco, passando dallo spirito del cavaliere romano Publio Vedio Pollione che nello stabilimento balneare di Villa Imperiale a Posillipo continua a spegnere sempre lo stesso lampione per potere rientrare a casa indisturbato.

Ma che cos'è un fantasma? E perchè a Napoli l'esistenza di anime inquiete è così fortemente sentita da essere identificata con il numero 1 della smorfia? Dunque 1: Il brivido blu, la sensazione di terrore che si prova in presenza di uno spettro 90: la paura, al centro il nostro viaggio dentro la città degli spettri a caccia di ectoplasmi e fantasmi elementali, residui psichici e anime in pena: non manca nulla a Napoli, i nostri fantasmi rappresentano una società in piena regola: re, regine, principi, pescatori e briganti, uomini, donne e bambini, gatti e coccodrilli.

E allora la caccia è aperta: da Palazzo Donn’Anna alla reggia di Capodimonte, dagli Orefici al Mercato, dalla Pignasecca, che deve il suo nome al pino che si seccò nell’istante preciso in 
cui il Vescovo di Napoli vi affisse una bolla di scomunica, e dove si manifestano le presenze
più inquiete e inquietanti, ai Quartieri Spagnoli, dove, nelle notti di pioggia e vento, puòcapitare di imbattersi nel “fantasma col giornale”: un misterioso signore di mezza età con impermeabile e cappello che passeggia leggendo, appunto, un giornale; dalla Sanità a Piazza Dante, che durante la peste del 1656 fu un lazzaretto a cielo aperto ed è forse per questa ragione che, nelle notti d’inverno particolarmente buie e fredde, passando sottoPort’Alba, 
a chi sappia ascoltare, può capitare di udire gemiti e lamenti, perché, come diceva il grande Eduardo: “ Avevate ragione, i fantasmi esistono, ci ho parlato […]” 
(Eduardo De Filippo, Questi fantasmi).

 
   

METTI UNA SERA A CENA COI LAZZARI E COI RE

Da una comunione di intenti dell'Associazione Leucosia" e dell'Antica Spaghetteria Francesco e Maria Sofia è nata l'idea di proporre un viaggio insolito nella "Napoli Borbonica", attraverso la rielaborazione di antiche ricette d'epoca ed in un'atmosfera di particolare suggestione storica nel cuore della città antica.

 
   

13,17 E A JATTA NERA

Due ore di "percorso narrato" in cui si discuterà di credenze popolari, suggestioni ,racconti di antichi rituali come:

"O juoc d'asetella"

"O Carneval a cavallo d'a vecchia

la festa di San Giovanni a mare..

Chi, non si è mai chiesto, il motivo per il quale alla rottura di uno specchio seguano 7 anni di "guai"? Chi non si è mai chiesto cosa simboleggi un "corniciello"; oppure un ferro di cavallo?...........

 
   

ANTROPOLOGIA DELLA DEVOZIONE:
LA GRAZIA RICEVUTA

Un universo  non sempre decodificabile è quello religioso, popolare, napoletano.
La  religiosità popolare, manifesta il bisogno di concretezza innanzitutto mediante  l’ausilio di immagini sacre a cui viene conferito un volto umano, il carattere privato ne rappresenta una costante  che si determina  in un confine delimitato.
Il viaggio antropologico da noi proposto offre lo spunto per affrontare tematiche che vanno dalle consuetudini greche all’iconoclastia, nonché alle storie personali che hanno motivato l’edificazione di alcuni  tabernacoli come ex voto, "per grazia ricevuta".

 
 
LA VITA SEGRETA DI FERDINANDO E LA SCOMMESSA DI MARIA CAROLINA

Il contenuto della visita, che si articolerà in prossimità di piazza del Plebiscito, avrà un'impronta aneddotica e sarà fondata sul racconto della vita personale dei due personaggi. L'attenzione sarà focalizzata sulla personalità del re Lazzarone e sulla sua vita privata, la stessa cosa riguardo la consorte Maria Carolina D'Asburgo Lorena.

Aneddoti, brevi letture accompagneranno i visitatori lungo il percorso.

L'associazione Leucosia propone anche i seguenti itinerari
Lungo la via dei Sedili
Piazza Mercato: La Grève di Napoli
Il coraggio del Re Bomba
Franceschiello il figlio della Santa